Novembre 28, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Cosa dice Hülkenberg del suo debutto in IndyCar

8:15

Hülkenberg mette alla prova IndyCar

Ma iniziamo il benchmark come abbiamo fatto ieri: con il test IndyCar di Nico Hülkenberg. Ieri gli è stato permesso di prendere il suo primo volo IndyCar al Barber Motorsports Park e completare il test Arrow McLaren SP. E ora abbiamo la nostra prima dichiarazione.

“E ‘stata una buona giornata di successo”, dice il tedesco, riferendosi alle auto come “bestie sterzanti”. A causa della mancanza di servosterzo, guidare le auto è molto arduo.

“Ci è voluto un po’ di tempo per prendere confidenza al mattino, ma le prestazioni e i tempi sul giro sono arrivati ​​nel pomeriggio ed è stato davvero divertente”.

Tuttavia, il tedesco è stato anche il più lento dei cinque piloti in circolazione.

10:12

Nikita Maspin: A proposito di poggiatesta sciolti e piedi caldi

Non è stato il fine settimana per Nikita Maspin. Il russo ha faticato a determinare un tempo sul giro competitivo venerdì e sabato che non è stato cancellato a causa delle restrizioni della pista. In gara è arrivato ultimo come al solito ed è andato a ridosso del compagno di squadra Mick Schumacher.

Tuttavia, Masepin ha dovuto anche lottare con alcune cose insormontabili: al primo giro, il suo poggiatesta si è allentato, quindi è dovuto rientrare ai box. Poco dopo ha riferito che i suoi piedi si stavano scaldando.

“In qualche modo succede a lui”, dice il capo squadra Gunther Steiner. “Si è lamentato un paio di volte”, dice, “ma è lo stesso telaio dell’anno scorso e non abbiamo mai avuto problemi.

“Dobbiamo vedere perché si sta surriscaldando. Il prossimo passo sarà fare qualcosa alla scarpa. In effetti non si è rotto nulla”.

Lingue furiose affermano che almeno un pilota si è lamentato dei piedi caldi l’anno scorso: Romain Grosjean in Bahrain 😉 ma il telaio è comunque a posto.


09:40

Un’amara perdita di punti per l’Alfa Romeo

Ad Austin l’Alfa Romeo avrebbe potuto conquistare un punto, ma a pochi giri dalla fine Kimi Raikkonen l’ha buttato via. Per la seconda volta consecutiva, la squadra ha raggiunto l’undicesimo posto ingrato.

Secondo l’ingegnere capo Xevi Pujolar, questo aveva qualcosa a che fare con le gomme usurate, che sono state spinte troppo forte all’inizio della missione perché volevano assolutamente aggirare Yuki Tsunoda. “E poi, naturalmente, la gomma si deteriora un po’ di più”, dice.

Tuttavia, non puoi prenderlo alla leggera nella fase finale. Sebastian Vettel ha messo sotto pressione Raikkonen con le gomme nuove fino a quando non ha dovuto guidare veloce e poi ha perso il controllo della vettura. “Tutto andava bene in macchina”, dice Pogular.

Ma il pupazzo di neve avrebbe potuto tenere sotto controllo Vettel? “E’ stato difficile, ma possibile”.


09:08

Lo scenario americano sarebbe il caso migliore in Messico

Tuttavia, ci sono dubbi in vista della prossima gara in Messico. Perché la gara è considerata una pista Red Bull, soprattutto per via dell’altitudine, dove il potente motore Mercedes sembra avere più problemi. Quindi una gara come quella di Austin sarebbe la migliore che potesse accadere, secondo Shovlin.

“Se riusciamo a fare pressione su di loro come facciamo oggi, sarebbe lo scenario migliore che potremmo prendere di mira”, afferma.

Ma la Mercedes sa di aver avuto problemi lì in passato. E sappiamo su cosa dobbiamo lavorare la prossima settimana, e lo sapremo anche noi.

In effetti, la Mercedes non può permettersi di perdere altri punti. Perché Verstappen è in vantaggio di 12 punti da domenica. Se l’olandese vincerà le prossime due piste, dove è poco favorito, avrà almeno 24 punti prima delle ultime tre gare della stagione.


8:43

Ottimista Mercedes: se questa è stata una brutta gara…

La gara americana ha appena perso contro la Mercedes. Ovviamente le Frecce d’Argento non si accontentano e parlano di una brutta gara. Tuttavia, hai anche un occhio sul fare bene per le gare in anticipo e quindi sei ottimista.

L’ingegnere capo della corsa Andrew Shovlin della Red Bull ha dichiarato: “Non penso che sia stata una vittoria comoda per loro e li abbiamo costretti a correre il rischio. Quindi, se questa è una brutta gara per noi, speriamo di poter guidare di più. Bene gare, quindi possiamo essere ancora in buona situazione”.

In termini di velocità, ultimamente in Turchia ea Sochi sono stati più avanti della Red Bull che ad Austin davanti alla Mercedes.

“Le qualifiche sono state dure qui e siamo ancora in grado di stare in prima fila con una macchina. Ma dipenderà da come si svilupperanno le vetture nelle restanti gare e da chi si adatterà bene. Possiamo ancora esercitare pressione su di loro anche se non abbiamo non fare la macchina migliore”.


8:27

McLaren felice del debutto con Hulkenberg

Nel suo primo giorno in IndyCars, Nico Hülkenberg non se l’è cavata male, dice il capo del team Taylor Keel. “Oggi è stato difficile fare 108 giri come ha fatto Nico”, ha detto Keel a Motorsport.com. “Penso che sia stata una testimonianza del suo programma di allenamento perché non guidava un’auto a ruote scoperte da un po’, ed entrare qui è sicuramente una sfida”.

“Ma ha accettato la sfida e ha fatto un ottimo lavoro, ha fatto tutto ciò che gli abbiamo chiesto e non ha commesso un solo errore per tutto il giorno. Quindi, è una buona giornata. Abbiamo semplicemente seguito il nostro programma passo dopo passo e sono felice di lavorare con.”

Ma probabilmente non ci sarà un altro giorno per i test. Ora spetta al team decidere se e quando utilizzare una terza vettura e, naturalmente, se Hülkenberg debba guidare dopo. Al momento è improbabile che la Arrow McLaren SP offra una terza vettura all’inizio della stagione.

Ciò non dovrebbe seguire fino al 2023, ma i primi schieramenti possono già essere visti nel 2022. Ma forse un po’ più avanti nella stagione.


8:10

mattina!

Buon giorno! Siamo ancora sulla scia dell’emozionante Gran Premio degli Stati Uniti di Austin, che deve ancora essere valutato. Abbiamo ancora alcune questioni da discutere, anche per quanto riguarda il Messico.

Fallo per te oggi a questo punto Norman FisherChi ti accoglie calorosamente al bar. Avete domande o commenti? Quindi usa il modulo di contatto o l’hashtag #FragMST su Twitter.

READ  "Tu non sei il sole"