Novembre 28, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Corona: Studio delle conseguenze a lungo termine – un paziente Covid su quattro ha problemi di memoria

NSSecondo un nuovo studio, le conseguenze cognitive a lungo termine della malattia da Covid-19 sembrano manifestarsi più frequentemente dopo cicli più gravi della malattia. Uno studio pubblicato sulla rivista “JAMA” Negli Stati Uniti d’America, sembra che gli ex pazienti che hanno soggiornato al Corona Hospital siano colpiti molte volte di più in alcune aree rispetto alle persone che sono state curate in regime ambulatoriale.

C’erano differenze particolarmente forti nei disturbi di ricerca delle parole: questi si verificavano nel 13% dei pazienti ambulatoriali, ma nel 35% di quelli trattati in ospedale. La memoria era scarsa nel 12% dei pazienti ambulatoriali e nel 39% dei pazienti ospedalizzati. Per problemi di attenzione erano il 5 e il 15%.

Lo studio è stato condotto con i dati di 740 pazienti con Covid-19 arruolati presso il Mount Sinai American Hospitals Group. Il 63% dei partecipanti erano donne. Nel complesso, i pazienti avevano spesso problemi a memorizzare o ricordare qualcosa – e questo ha colpito quasi ogni quarto dei partecipanti allo studio. Questo è stato seguito da problemi nel trovare le parole o da una velocità complessiva più lenta nell’elaborazione delle informazioni.

Gli effetti cognitivi a lungo termine del Covid-19 fanno parte di tutta una serie di disturbi di salute con cui devono fare i conti gli ex pazienti con coronavirus. Più di 200 sintomi ad esso associati. Ci sono molte sovrapposizioni con malattie difficili da capire, ad esempio con la depressione e le malattie psicosomatiche. Transizioni fluide.

Tutti gli sviluppi nel nastro della trasmissione in diretta:

14:36 ​​- La Gran Bretagna segnala quasi 45.000 nuove infezioni in un solo giorno

Il numero di infezioni da corona nel Regno Unito rimane ad un livello elevato. Come riportato domenica sera dal quotidiano britannico “The Guardian”, Nelle ultime 24 ore sono state segnalate 44.985 nuove infezioni. Inoltre, secondo il governo britannico, sono stati registrati altri 135 decessi. Questi valori sono stati recentemente popolari al culmine della seconda e della terza ondata. Il numero totale dei casi è ora di 8.734.934 e il bilancio delle vittime è di 139.461.

14:05 – Immunologo: “Incomprensione” sugli effetti a lungo termine delle vaccinazioni

I potenziali effetti a lungo termine dei vaccini sono motivo di diffusa preoccupazione, soprattutto tra le persone non vaccinate. Ma secondo l’immunologo Carsten Watzel, questo è un “malinteso che persiste in molte persone”. Nel caso delle vaccinazioni, resta inteso che per conseguenze a lungo termine si intendono “effetti collaterali che si verificano entro poche settimane dalla vaccinazione, ma sono così rari che a volte occorrono anni per associarli alla vaccinazione”, ha affermato il Ministro generale della Società tedesca di immunologia dell’agenzia di stampa dpa.

Il calciatore professionista Joshua Kimmich ha dichiarato il giorno prima a Sky TV di avere “alcune preoccupazioni personali, soprattutto per la mancanza di studi a lungo termine” e quindi non era ancora stato vaccinato contro il Covid-19. Watzel ora nota che gli effetti collaterali della vaccinazione si verificano quasi sempre entro poche settimane dalla vaccinazione. “Dopo di che, la reazione immunitaria è completata e il vaccino scompare dal corpo”, ha spiegato l’esperto.

READ  Virus influenzale, raffreddore, corona o RS? Sintomi e differenze

Ha proseguito: “Quello che molti capiscono chiaramente dagli effetti a lungo termine, cioè che riceverò la vaccinazione oggi e avrà un effetto collaterale l’anno prossimo, non esiste, non è successo prima e non accadrà con il Covid -19 vaccinazione.” Watzel. Con miliardi di persone già vaccinate contro la malattia in un breve periodo di tempo, gli effetti a lungo termine dei vaccini contro la corona sono “meglio studiati rispetto ad altri vaccini”.

11.45 – Sempre più casi di corona in Austria

In Austria è proseguita la tendenza verso un aumento significativo del numero di corona. Entro 24 ore, sono state contate 3.624 nuove infezioni, secondo quanto riferito domenica dal ministero dell’Interno e della Salute. Si tratta di un aumento del 60 percento rispetto a domenica di una settimana fa. Il tasso di infezione di sette giorni per 100.000 residenti è aumentato a 255.

La situazione negli ospedali è rimasta stabile. Ci sono circa 220 persone in terapia intensiva, lo stesso numero che c’era una settimana fa. Da 600 posti letto occupati da pazienti Covid, secondo i piani del governo, alle persone non vaccinate è consentito lasciare le proprie case solo per una buona causa.

10:02 – Centinaia di tessere di vaccinazione false: truffatori in custodia

Si dice che un dipendente di una farmacia, insieme ai suoi soci, abbia prodotto centinaia di codici QR falsi per una tessera di vaccinazione digitale contro il coronavirus e li abbia venduti online. Gli investigatori dell’Ufficio centrale bavarese per la lotta contro la frode e la corruzione nel sistema sanitario (ZKG) hanno annunciato sabato che una farmacia di Monaco e appartamenti privati ​​sono stati perquisiti e una donna e un altro sospettato sono stati arrestati.

Si dice che i codici falsi siano stati presenti sul forum sul crimine informatico in lingua tedesca su Internet da metà agosto. Alla fine, dovevi spendere 350 euro per una tessera di vaccinazione digitale – senza la vaccinazione contro il coronavirus. Nel solo mese di ottobre, i falsari avrebbero rilasciato più di 500 certificati di vaccinazione. Durante le perquisizioni sono state sequestrate criptovalute e fondi per un valore di circa 100.000 euro. Inizialmente non era chiaro se le carte di vaccinazione false potessero essere cancellate o rese non valide.

9:59 – Ingresso in Inghilterra possibile con un test rapido

Un altro ostacolo è stato superato per coloro che sono stati completamente vaccinati all’ingresso in Inghilterra. Invece di un costoso test PCR, da domenica è stato necessario solo un test rapido, che deve essere eseguito il secondo giorno dopo l’ingresso, come evidenziato dalle regole ufficiali di viaggio. Tuttavia, questo deve ancora essere prenotato con un fornitore approvato dal governo.

READ  Questo è il numero di bit che avrebbe l'universo se fosse una simulazione al computer

I test sono disponibili a partire da circa £ 20 (equivalenti a circa € 23,60), ma vengono prenotati rapidamente nelle date di viaggio più popolari. In Galles, le stesse modifiche dovrebbero entrare in vigore una settimana dopo. Anche la Scozia e l’Irlanda del Nord dovrebbero seguire l’esempio, ma la data del cambiamento non è ancora nota.

9:06 – Niente più lattine di AstraZeneca in magazzino

La Germania ha donato ad altri paesi quasi 18 milioni di dosi di vaccino dal produttore Astrazeneca. “Ciò significa che non c’è più AstraZeneca in stock dal governo federale”, ha detto un portavoce del Ministero federale della salute alla rete editoriale tedesca.

Dieci milioni di dosi sono andate all’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) come parte dell’iniziativa del vaccino Covax e saranno trasportate nei paesi emergenti e in via di sviluppo. Altri 7,6 milioni di dosi sono state rese disponibili bilateralmente, la maggior parte delle quali (2,6 milioni) sono state ricevute dal Vietnam. In generale, il governo federale vuole Dona 100 milioni di dosi di vaccino di vari produttori.

8.30 – Il numero di morti per coronavirus negli Stati Uniti è salito a 733.834

Negli Stati Uniti, i funzionari sanitari hanno registrato più decessi correlati al virus in un solo giorno del 1903. Il numero totale è salito a 733.834, ha annunciato il CDC.

Finora, un totale di 45,316 milioni di persone sono risultate positive al coronavirus. Gli Stati Uniti hanno il maggior numero di contagi e decessi al mondo.

8:05 – Wuhan rinvia la maratona dopo il picco di casi di coronavirus

Alla luce dell’aumento dei casi di coronavirus in Cina, la maratona prevista per domenica nella città di Wuhan, nella Cina centrale, è stata annullata con breve preavviso. Gli organizzatori della maratona hanno affermato che l’evento sarà rinviato “per prevenire il rischio di diffusione di un’epidemia”. Le autorità di Pechino hanno segnalato domenica 26 casi locali di coronavirus.

Secondo i resoconti dei media statali, circa 26.000 persone avrebbero dovuto partecipare alla maratona di Wuhan, dove il coronavirus è stato rilevato per la prima volta alla fine del 2019. Gli organizzatori hanno promesso di rimborsare le quote di iscrizione dei partecipanti.

05:45 – Influenza grave e raffreddore costano fino a 30 miliardi di euro

Gli esperti avvertono che i costi economici di una grave ondata di influenza e raffreddore aumenteranno nei prossimi mesi. Se c’è un numero particolarmente elevato di malattie respiratorie in questa stagione, come tra ottobre 2017 e aprile 2018, potrebbe comportare una perdita economica fino a 30 miliardi di euro.

Questo si basa sulla stima del Kiel Institute for the World Economy (IfW) per “Welt am Sonntag”, secondo un rapporto preliminare. La base per i calcoli sono i dati dell’Istituto federale per la sicurezza e la salute sul lavoro (BAuA) e le valutazioni dell’assicuratore sanitario AOK per il lavoro perso a causa di malattie respiratorie nei mesi da ottobre 2017 ad aprile 2018. A causa delle misure rilassate della Corona, i medici si aspettano una violenta stagione di raffreddore e influenza.

04:45 – Il tasso di infezione a sette giorni aumenta a 106,3

Il Robert Koch Institute ha riportato 13.732 nuovi test positivi. Sono 5.050 in più rispetto a domenica di una settimana fa, quando sono stati segnalati 8.682 nuovi contagi. Il tasso di incidenza a sette giorni aumenta a 106,3 da 100,0 del giorno precedente. Il valore indica il numero di persone contagiate da coronavirus ogni 100.000 abitanti negli ultimi sette giorni.

Altre 23 persone sono morte a causa del virus. Ciò aumenta il numero di decessi segnalati a 95.100 entro 24 ore. In totale, finora in Germania sono risultati positivi circa 4,4 milioni di test per il coronavirus.

01:17 – Saarland annulla tutte le procedure esterne

Il primo ministro del Saarland Tobias Hans (CDU) sostiene la fine della situazione epidemica e giustifica un allentamento su larga scala nel suo stato. “L’epidemia non è ancora finita, ma le vaccinazioni l’hanno resa meno terrificante. Dobbiamo tenerne conto”, afferma Hans di Bild am Sonntag, secondo il rapporto iniziale.

Anche dopo che la situazione epidemica sarà finita, gli Stati federali dovrebbero avere l’opportunità di adottare misure. Ma gli stati federali con un’alta quota di vaccinazione dovrebbero essere in grado di riconquistare le proprie libertà. In Saarland, tutte le misure esterne saranno revocate da venerdì. Nonostante la crescente incidenza, una visita allo stadio senza vaccinazione e senza test potrebbe essere nuovamente possibile.

0:05 – Croazia e Bulgaria diventano aree ad alto rischio per il coronavirus

Insieme a Croazia e Bulgaria, il governo federale designerà altri due paesi dell’Unione europea come aree ad alto rischio di Corona da domenica. Chi non è stato completamente vaccinato o guarito e viaggia da una zona ad alto rischio deve rimanere in quarantena per dieci giorni e può essere smaltito solo dopo cinque giorni con un test negativo. Finora Romania, Lituania e Slovenia sono gli unici Stati membri dell’UE a cui si applica.

Circa 70 paesi in tutto il mondo sono inclusi in tutto o in parte nell’elenco dei rischi per RKI. Oltre a Croazia e Bulgaria, domenica si uniranno Camerun, Singapore e Repubblica del Congo. Kenya, Kosovo, Iraq e Honduras saranno cancellati.

I paesi e le regioni ad alto rischio di infezione sono classificati come aree ad alto rischio. Ma non sono solo i numeri dei contagi a essere decisivi in ​​questa materia. Altri criteri sono la velocità di diffusione del virus, il carico sul sistema sanitario o la mancanza di dati sullo stato di Corona.