Novembre 28, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Corona: il primo quartiere poco prima del 1000 – politica interna

Pensavamo di avere il peggio, ma ora sta arrivando la quarta ondata di corona.

L’RKI riporta un nuovo record nazionale di incidenti (201.1, a partire da lunedì). La tendenza è in aumento e in alcune aree c’è un allarme rosso.

Molte contee stanno lottando con enormi incidenti e si stanno muovendo verso il traguardo dei 1.000.

Primo classificato: contea sassone Svizzera – montagne del Kham orientale (Sassonia), dove il numero di persone infette per 100.000 abitanti è salito a 924,3 negli ultimi sette giorni. Seguono le province di Rottal-N (Baviera, 833.3) e Muldorf A. Locanda (Baviera, 831). Sassonia, Turingia e Baviera sono in cima alla classifica degli infortuni.

Puoi trovare una panoramica di tutte le province nel grafico sopra e in Cruscotto RKI!

Per le zone colpite, questo significa soprattutto: le unità di terapia intensiva negli ospedali rischiano di riempirsi di nuovo poco prima di Natale – e in alcune zone il limite è stato raggiunto. La percentuale di pazienti COVID sul totale dei posti letto disponibili in terapia intensiva lunedì era alta Informazioni da RKI 11,5%. Quindi 2.532 persone con corona stavano ricevendo cure mediche intensive (a partire da lunedì, 12:15).

Tuttavia, è importante notare che, a differenza dell’anno scorso, molte persone vengono ora vaccinate e il tasso è particolarmente elevato tra gli anziani che sono particolarmente a rischio. Pertanto, gli esperti presumono che il sistema sanitario possa ora resistere a più nuove infezioni rispetto a prima delle vaccinazioni, perché proteggono bene dal decorso di malattie gravi.


Esempio Bayern: Secondo la Società per la Terapia Intensiva e la Medicina d’Emergenza (Divi), il numero di pazienti Covid nei reparti di terapia intensiva ha superato la soglia dei 600 critici: ora il cosiddetto semaforo ospedaliero rischia di saltare in rosso. Quattro regioni bavaresi sono ora considerate “punti di crisi regionali”. Secondo Davy, in Baviera sono ancora disponibili 316 dei 3.067 posti letto di terapia intensiva. La base 2G viene ora notevolmente ampliata in tutto il Free State e le persone non vaccinate non hanno più accesso a molti eventi e strutture, anche con i test.

Esempio Turingia: le unità di terapia intensiva continuano a funzionare a pieno regime. Di recente, nello stato libero sono stati occupati quasi nove letti di terapia intensiva su dieci (88,1 per cento). Secondo il registro Divi, c’è stato un paziente Covid 19 in quasi ogni quinto letto (18,4%). Con 116 casi COVID-19 trattati in terapia intensiva, il numero era lontano dal picco dell’epidemia: a metà aprile, circa 220 pazienti COVID-19 erano ancora in cura nelle unità di terapia intensiva.

Una panoramica della situazione dei contagi in Germania appare in Germania: sebbene la mappa sia diventata quasi completamente rossa, nell’est del Paese gli eventi si stanno sviluppando a un ritmo particolarmente rapido.

Per riportare la situazione sotto controllo, i potenziali partner del semaforo (SPD, Verdi, FDP) hanno preparato un disegno di legge che vogliono presentare lunedì al Bundestag nelle strutture di assistenza.

L'”epidemia particolarmente significativa” termina il 25 novembre – e fino ad allora, l’esecutivo e il futuro governo federale hanno bisogno di un piano di battaglia congiunto per controllare nuovamente i numeri che esplodono.

READ  Corona virus in Germania e nel mondo: RKI registra 4.171 nuovi contagi - il contagio scende a 60,3