Settembre 25, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Ciò che è necessario è l’alfabetizzazione biologica della società.

Mr. Borsch, dagli Archives of Knowledge and the Space of Experience of Nature all’International Science Center for Botany. è il tuo futuro concetto di esso? Giardino botanico di Berlino Da intendere come un contributo per dare più peso alla soluzione della crisi globale delle specie, cioè dei problemi sociali, con l’aiuto di una maggiore ricerca?

Lo spirito di voler fare la differenza è molto forte tra tutti i dipendenti della nostra azienda. Molti giovani che vengono da noi si stanno interessando sempre di più a questo. Perché il tempo per proteggere la specie sta per scadere. Ha motivato molti di noi non solo a argomentare sul perché qualcosa dovrebbe essere fatto, ma anche a mostrare possibili soluzioni serie. Confronterò la ricerca sulla biodiversità con la medicina. Immagina se la medicina fosse puramente genetica umana. impossibile. I medici vogliono il recupero, c’è un obiettivo sano per loro. Tutti vogliamo promuovere uno sviluppo sociale che non sia più a scapito della biosfera. Ecco perché trovo legittimo che i tassonomisti, proprio come i ricercatori sulla biodiversità e l’evoluzione, facciano di tutto e cerchino un discorso sociale.

Qual è la nuova filosofia dell’orto botanico?

Da un lato, vogliamo produrre conoscenza sulle specie e renderla disponibile. Ora ha una forte sensazione globale. Abbiamo molti partner internazionali, c’è uno stretto scambio accademico e oggi stiamo sviluppando idee radicate nella Convenzione delle Nazioni Unite sulla Diversità Biologica, negli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile e nella giustizia globale. Anche la ricerca a livello degli occhi è molto importante per noi. In secondo luogo, fornire conoscenza è molto importante per noi. Le collezioni sono digitalizzate e interconnesse in tutto il mondo. Forniamo molti dati alla Global Biodiversity Information Facility e questa conoscenza può essere utilizzata come conoscenza fattuale da chiunque ne abbia bisogno, gratuitamente e senza fronzoli.


Thomas Burch dirige il Giardino botanico di Berlino, il più grande gruppo di ricerca universitario dello stato, che contiene milioni di documenti storici, tra cui quello di Alexander von Humboldt. L’Orto Botanico contiene anche la seconda più grande collezione di piante viventi al mondo.
:


Foto: Michael Fhrij


Perché dovrei conoscere una bella botanica?

Lo sperimentiamo più e più volte in Germania con gruppi di interesse, alcuni dei quali hanno piani di utilizzo molto diversi. Come nel dibattito sul clima, qui è essenziale una conoscenza aperta della biodiversità e possiamo farlo con il libero accesso ai dati digitali.

READ  I quinti che si sono ripresi non sviluppano protezione immunitaria