Dicembre 7, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Astronauti ISS in pericolo: la Russia provoca un test missilistico nello spazio – Politica all’estero

Washington / Mosca – La Russia sta provocando ancora una volta la comunità internazionale e mettendo in pericolo la vita degli astronauti sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) testando un missile anti-satellite!

La Russia ha testato domenica scorsa un missile anti-satellite ascendente diretto (DA-ASAT), che ha colpito un satellite russo e ha creato un campo di detriti nell’orbita terrestre bassa. Il test ha prodotto finora più di 1.500 detriti tracciabili, secondo lo US Space Command, ed è probabile che produca centinaia di migliaia di detriti orbitali più piccoli.

Questi dovrebbero alla fine collassare in centinaia di migliaia di detriti più piccoli e, secondo il governo degli Stati Uniti, “rimanere in orbita per anni e forse decenni”. Ciò significa che “c’è un rischio significativo per l’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale e altre attività spaziali con equipaggio, nonché per i satelliti di molti paesi”.

Il governo degli Stati Uniti accusa la Russia di mettere in pericolo la sicurezza dell’equipaggio della Stazione Spaziale Internazionale. “Condanniamo la dura esperienza della Russia”, ha detto lunedì sera (ora locale) il segretario di Stato americano Anthony Blinken. Il bombardamento di un satellite russo ha provocato spazzatura spaziale che “ha messo in pericolo la vita degli astronauti, la sicurezza della Stazione Spaziale Internazionale e gli interessi di tutte le nazioni”.

L’astronauta tedesco Matthias Maurer è attualmente sulla Stazione Spaziale Internazionale. Per lui e i suoi compagni di squadra è stata dura a causa dei detriti volanti!

A causa di una possibile collisione con detriti spaziali, lunedì la Stazione Spaziale Internazionale è stata brevemente ripulita due volte. Secondo l’agenzia di stampa russa TASS, il cosmonauta Pyotr Dubrov ha affermato che in entrambi i casi i sette viaggiatori spaziali sono fuggiti in salvo in due veicoli spaziali attraccati alla stazione.

READ  Un nuovo studio dà motivo di speranza

Secondo l’ESA, Maurer si è trasformato in un “Drago corvo” con il quale Saarlander ha raggiunto l’avamposto dell’umanità solo venerdì la scorsa settimana. In caso di collisione, l’equipaggio potrebbe tornare sulla Terra a quella velocità.

Il generale americano James Dickinson ha criticato: “La Russia ha dimostrato di ignorare deliberatamente la sicurezza, la protezione, la stabilità e la sostenibilità a lungo termine dello spazio per tutte le nazioni”. La Russia sta sviluppando e implementando capacità per impedire agli Stati Uniti e ai suoi alleati e partner di accedere e utilizzare lo spazio.