Dicembre 7, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Approvazione continua nel 2021: il vaccino Corona convincerà gli ultimi scettici? – Consulente

Berlino – La gente ha paura del nuovo e dell’ignoto, è nei nostri geni. Questo è anche uno dei motivi per cui i precedenti vaccini contro la corona non sono stati ben accolti da tutti i cittadini. I vaccini finora approvati sul mercato europeo si basano su nuove tecnologie: vaccini vettoriali di Astrazeneca e Johnson & Johnson e vaccini mRNA di Moderna e Biontech/Pfizer.

Ma ora dovrebbe esserci presto un classico vaccino morto. È stato sviluppato dalla società franco-austriaca Valenva.

BILD spiega cosa c’è dietro.


Vaccini corona morti

I vaccini mortali sono comuni in medicina e sono stati usati per decenni contro l’influenza (influenza), la poliomielite o il tetano. Si basano su virus reali e morti che vengono mischiati e immunizzati con due attori. Quando il sistema immunitario entra in contatto con l’intero virus, produce anticorpi contro tutti i componenti del virus.

Il nuovo vaccino morto contro il corona si chiama VLA2001.

La Germania ha già ordinato VLA2001

Valenva ha recentemente ipotizzato che VLA2001 sarebbe stato approvato in Europa entro la fine dell’anno. In Gran Bretagna l’iter di approvazione è già stato richiesto alla British Medicines Agency. Secondo il produttore, si prevede che saranno necessarie due vaccinazioni a un intervallo di 28 giorni per ottenere una protezione completa contro il virus Corona. Sono già state ordinate undici milioni di dosi del nuovo vaccino per la Repubblica federale di Germania.

Gli esperti sperano che la procedura collaudata conquisti gli ultimi scettici sulla vaccinazione in modo che possano raggiungere un tasso di vaccinazione più elevato in tutto il mondo.

Non è ancora chiaro se questa misura possa fornire una migliore protezione: questo è dovuto ai vaccini vettoriali e mRNA È già stata raggiunta una protezione vaccinale fino al 95%. I vaccini antinfluenzali convenzionali possono essere solo immaginati. L’ultimo vaccino antinfluenzale ucciso ha fornito solo il 60% di protezione per le persone di età compresa tra 18 e 50 anni. Dall’età di 60 anni, l’effetto protettivo era solo del 30% o 40%.

Ecco come funzionano i precedenti vaccini corona

vaccini vettoriali Contengono virus del raffreddore innocui come vettore (adenovirus) per trasferire materiale genetico per la cosiddetta proteina spike (la parte caratteristica di SARS-CoV-2) nella cellula umana.

L’obiettivo è che le cellule ricostituiscano la proteina spike e che il corpo riconosca il progetto del coronavirus. In questo modo si possono formare anticorpi che poi funzionano quando il pericoloso virus “reale” entra nel corpo.

vaccini mRNA Hanno lo stesso obiettivo dei vaccini vettoriali, solo il percorso è diverso. Nessun virus viene utilizzato come mezzo di trasmissione. Con l’aiuto di piccole gocce di grasso, le istruzioni di montaggio per la proteina spike vengono iniettate nel corpo. Le cellule del corpo producono la proteina e, come con i vaccini vettoriali, il corpo costruisce una difesa immunitaria contro di essa. La lettera “m” sta per “messaggero” e “RNA” per RNA.

A proposito: la tecnologia alla base dei vaccini mRNA è nota da circa 30 anni.

READ  Ridurre il rischio di malattia di Alzheimer bevendo caffè: una pratica curativa