Novembre 30, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Apple lancia il leader del movimento #AppleToo – e questo è dietro

” data-link=”/u/zoom?url=/imgdb/238a/Qx,A,34,9,763,527,0,9,42,42/8554816646466319&caption=Sie prangerte Diskriminierung bei Apple an und forderte andere auf, es ihr gleichzutun . Jetzt wurde sie entlassen.
&source=bild: ap/Janneke Parrish”/>

Ha denunciato la discriminazione in Apple e ha esortato gli altri a fare lo stesso. Ora è stata rilasciata.

BILD: AP / Yannick Parrish

Non è il primo scandalo di licenziamento di Apple: la società ha licenziato un dipendente dopo aver fatto riferimento a discriminazione, razzismo e sessismo presso l’azienda iPhone. Appartiene al movimento “#AppleToo”.

18.10.2021, 10:5818.10.2021, 14:17

Articolo di

T in linea

Un dipendente Apple è stato licenziato, esortando altri dipendenti a segnalare pubblicamente episodi di discriminazione e molestie all’interno dell’azienda. Yannick Barish ha annunciato che la società l’aveva informata della sua presunta notifica dati Eliminare dalle loro attrezzature di lavoro durante un’indagine interna in corso. L’indagine interna riguardava la diffusione delle informazioni dall’incontro di lavoro ai media. Parrish ha negato questa affermazione all’agenzia di stampa Reuters. Parrish ha detto che credeva di essere stata licenziata a causa della sua attività lavorativa.

“Per me, questa è chiaramente una ritorsione per aver parlato degli abusi subiti dal mio datore di lavoro, nonché della parità di retribuzione e in generale delle nostre condizioni di lavoro”, ha affermato. Una mela Ha detto che la società non commenta problemi specifici dei dipendenti.

Parrish è il leader di #AppleToo

Si ritiene che Parrish sia uno dei leader di #AppleToo, un movimento di dipendenti, in risposta a presunti modelli di discriminazione, Razzismo e sessismo È stato organizzato in azienda. Il nome è chiaramente un riferimento alla polemica #MeToo scoppiata sulla scia dello scandalo degli abusi che ha coinvolto il produttore cinematografico Harvey Weinstein.

Il portale tecnologico statunitense The Verge riporta che alcuni dipendenti Apple dovrebbero vedere il licenziamento di Parrish a causa del loro attivismo. “Ero molto rumoroso, ero molto pubblico. Non avevo paura di associare il mio nome e il mio volto a #AppleToo”, ha detto Parrish al British Guardian. Twitter L’ex dipendente ha scritto“Ci sono conseguenze quando dici quello che pensi. Ci sono conseguenze se fai la cosa giusta. (…) #AppleToo mira a chiedere ad Apple di fare un lavoro migliore, per porre fine a discriminazioni sistemiche, abusi e disuguaglianze retributive.

Secondo il Guardian, le dimissioni di Parrish sono avvenute pochi giorni dopo ashley jovicUn ex dipendente di Apple che è stato licenziato il mese scorso per presunta divulgazione di informazioni ha presentato una denuncia contro l’azienda alla National Labour Authority (NLRB).

jovik, mt Segnalate accuse di molestie mentre ero in Apple, sostiene che le regole sui dipendenti dell’azienda, così come le promesse del CEO Tim Cook di reprimere gli informatori, violano la legge statunitense.

“L’espressione di sé è vista come un traditore essenziale”

A settembre, secondo il rapporto, Parrish ha affermato che la società l’aveva informata di essere indagata per aver divulgato informazioni ai media. Ha detto che Parrish ha fatto una campagna per i dipendenti Apple per mesi ma non ha condiviso alcuna informazione.

READ  Skoda e-crossover: MEB mini, trazione anteriore, hatchback

Nell’ambito delle indagini, Apple ha confiscato i loro dispositivi. Parrish ha affermato che l’azienda incoraggia i dipendenti a utilizzare strumenti di lavoro piuttosto che strumenti personali. Prima che i dispositivi venissero consegnati, ho cancellato i file che contenevano informazioni personali, come i dettagli bancari. Secondo il Guardian, Parrish non si aspettava di essere licenziata, ma apparentemente pensava che il suo lavoro per #AppleToo avrebbe avuto un impatto negativo sulla sua carriera.

“abbiamo civiltà Riservatezza e lealtà verso l’azienda. Parlare è visto come un tradimento fondamentale, ha detto nel rapporto. “Sapevo dal momento in cui ho parlato che la mia carriera in Apple sarebbe stata in qualche modo finita”.

Secondo il movimento, più di 500 denunce

Ad agosto, un gruppo di dipendenti, tra cui Parrish, ha lanciato una campagna #AppleToo per raccogliere e condividere le esperienze degli attuali ed ex dipendenti con ingiustizie, intimidazioni e abusi, ha riferito il Guardian. Questa ulteriore iniziativa vita La chiamata è stata fatta dopo che i lavoratori hanno tentato di discutere i loro reclami internamente con la direzione, hanno detto gli organizzatori.

#AppleToo afferma di aver raccolto segnalazioni da oltre 500 lavoratori che hanno affermato di aver subito discriminazioni e molestie sessuali sul lavoro – accuse che hanno segnalato alla direzione ma che non sono state affrontate.

Fonti utilizzate:

(oli/rtr/lw )

MeToo: Weinstein, lo scandalo e le sue conseguenze

1/18

MeToo: Weinstein, lo scandalo e le sue conseguenze

Bobina: ap/ap/damian dovarganes

I nostri pensieri quando torniamo a casa la sera da soli

Potrebbero interessarti anche: