Ottobre 23, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Andare in Italia: i borghi italiani pagano 28mila euro per andare in Italia News

Il sud Italia è alle prese con perdite di popolazione

Da anni i comuni in Italia sono alle prese con una massiccia immigrazione e perdite di popolazione. Di conseguenza, in molti luoghi d’Italia c’è carenza di manodopera qualificata, le aziende devono chiudere e gli edifici sono sfitti. Per sfuggire a questo circolo vizioso, la regione Calabria nel sud Italia ha avuto un’idea straordinaria, con la quale vuole prevenire un massiccio calo della popolazione.

Secondo la Cnn, la Calabria prevede di pagare 28mila euro alla volta a chi accetta di trasferirsi nei villaggi abbandonati.

I nuovi residenti devono avviare un’impresa

Tuttavia, alcune condizioni sono allegate al pagamento. I richiedenti i soldi non devono avere più di 40 anni quando arrivano al villaggio e devono continuare a visitare l’area entro 90 giorni.

Oltre a questo, è necessaria un’altra cosa per ottenere i soldi: i nuovi abitanti del villaggio devono accettare di avviare un’attività in proprio nella comunità, come P&P, ristorante, bar o negozio. Puoi decidere tu stesso se vuoi creare una società completamente nuova o accettare offerte esistenti da specialisti.

Il governo della Calabria crede soprattutto in una cosa: “Il suo scopo è stimolare l’economia locale e dare nuova vita alle piccole comunità”, ha affermato Gianluca Gallo, consigliere regionale della Calabria. “Vogliamo fornire i requisiti di lavoro, quindi abbiamo chiesto ai villaggi di farci sapere che tipo di lavoratori qualificati stanno cercando per attirare lavoratori specifici”, ha detto alla CNN.

I nuovi residenti ricevono denaro in due modi: ad esempio, possono richiedere 28 28.000 per aiutare a creare un’impresa o per ricevere un reddito mensile per un periodo di tempo.

READ  Corona in Italia - "Quello che abbiamo in autunno è tutta un'altra questione"

Nove comunità fanno già parte del progetto

Il concetto è ora in fase di attuazione in un totale di nove comuni della Calabria, tutti con meno di 2.000 abitanti, altri da seguire in futuro: “Finora siamo stati più interessati ai villaggi, e questo è il primo programma in molti anni a seguire”, ha detto Gallo alla CNN.

I nuovi residenti devono dare alle comunità una nuova atmosfera

Gianpetro Coppola, sindaco di uno dei villaggi partecipanti, si aspetta risultati positivi dall’arrivo di giovani lavoratori qualificati. Coppola ha affermato che i nuovi residenti dovrebbero dare nuovo impulso alle comunità e salvare i villaggi del sud Italia dalla distruzione: “Dovrebbe essere un esperimento di integrazione comunitaria. Attirare le persone nella regione, godersi l’ambiente circostante e godere di spazi urbani inutilizzati come sale conferenze e monasteri Ravviva il tutto con Internet ad alta velocità”, ha detto alla CNN.

E la Calabria è disposta a sborsare molto per questo: si dice già che siano disponibili 700.000 euro complessivi per il progetto popolazione totale. Secondo la CNN, l’implementazione di questo concetto è attualmente nelle fasi finali e il processo di candidatura per gli esperti dovrebbe iniziare nelle prossime settimane.

Pauline Breitner / finanzen.net editors

Fonti immagine: dwph / Shutterstock.com