Dicembre 7, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

Aiuti rubati a Corona 17 milioni di euro… Una coppia evade di prigione, lasciando tre figli – Notizie dall’estero

Los Angeles (Stati Uniti) – Richard Aivazian, 43 anni, e sua moglie Marita Terrapelian, 37 anni, hanno scommesso sulle autorità dello stato americano della California un denaro per aiutare Corona pari a circa 20 milioni di dollari (17 milioni di euro). Ma prima di andare in prigione, i criminali hanno rimosso i loro ceppi elettronici e sono fuggiti, semplicemente rinunciando ai loro tre figli minorenni!

Secondo la CNN, i ragazzi di 13, 15 e 16 anni hanno trovato una nota scritta sui loro computer a casa che diceva: “Saremo di nuovo insieme un giorno. Questo non è un addio, ma una breve pausa l’uno dall’altro”.

Era la fine di agosto. Quasi tre mesi dopo – e cinque mesi dopo la loro condanna a giugno – la coppia non è stata arrestata. L’FBI sta lavorando duramente per trovare i truffatori.

Quella settimana non ha impedito al giudice di condannare in contumacia Aivazian e Terapelian rispettivamente a 17 e 6 anni di carcere. I pubblici ministeri hanno affermato che lei e altri partner hanno rubato più di 20 milioni di dollari in aiuti per (presumibilmente) piccole imprese durante la pandemia.

“Gli imputati hanno sfruttato la crisi del coronavirus per rubare gli aiuti governativi tanto necessari per il valore di milioni di persone e aziende che soffrono dell’impatto economico della peggiore pandemia dell’ultimo secolo”, ha affermato l’avvocato statunitense Tracy L. Wilkinson.


Con questo poster, l’FBI sta cercando la truffatrice condannata Marietta Terrapelian, 37 anni. Le autorità statunitensi hanno offerto $ 20.000 per le proveFoto: FBI

Un’altra parte del procedimento ha affermato che il caso è stato il primo del suo genere negli Stati Uniti ad essere ascoltato in tribunale.

Secondo i documenti del tribunale e le prove presentate durante il processo, i truffatori hanno usato identità false o rubate, inclusi i nomi dei morti e gli studenti di scambio che hanno visitato brevemente gli Stati Uniti anni fa, per ottenere aiuto.

I pubblici ministeri federali hanno affermato che per rendere credibili le richieste fraudolente di prestito, la coppia ha presentato documenti di identità falsi insieme a moduli fiscali e ricevute di pagamento false.

Con i soldi saccheggiati, i truffatori hanno vissuto una vita piena.

Insieme al fratello di Aivazian e a cinque complici, la coppia ha usato i soldi per acquistare ville in tre città nel sud della California: Tarzana, Glendale e Palm Desert. Inoltre, i criminali hanno investito in monete d’oro, diamanti, mobili, orologi di lusso e una motocicletta Harley-Davidson, ha affermato il procuratore generale.

READ  Il rischio di infezione anche nell'uomo - la pratica della guarigione