Novembre 28, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

6 motivi per cui Bitcoin romperà la soglia dei $ 100.000 nel 2021

Dopo i nuovi massimi storici di Bitcoin, le chiamate sono più alte che Bitcoin supererà la soglia dei $ 100.000 quest’anno. Quali sono le ragioni di questa audace previsione dei prezzi?

Bitcoin ha terminato le sue vacanze estive il 1° ottobre e da allora è sulla buona strada per cercare nuovi massimi. Tuttavia, anche i tanto attesi $ 100.000 hanno ancora molta strada da fare, ovvero l’aumento di prezzo di poco più del 40 percento che sarebbe necessario per il marchio.

Il passato di Bitcoin ha dimostrato, tuttavia, che tale crescita in un breve periodo di tempo è abbastanza realistica. Bitcoin ha attraversato ripetutamente fasi o cicli di mercato in cui raggiunge salti di prezzo simili a una mazza da hockey. Basti pensare alla famosa bolla ICO di fine 2017. In due mesi, dal 15 ottobre 2017 al 15 dicembre 2017, Ciclo Bitcoin Da circa $ 5.500 a circa $ 19.500. Tali salti non sono più previsti, ma si possono prevedere aumenti del 40 per cento entro la fine dell’anno.

1. Gli ETF Bitcoin aggiungono slancio al mercato

Anche se gli ETF Bitcoin approvati negli Stati Uniti ad ottobre sono da considerare criticamente – abbiamo riportato in dettaglio su questo – gli effetti sottostanti su Ciclo Bitcoin È chiaramente positivo. Questo mercato delle criptovalute è stato visto come un voto di fiducia da parte delle autorità e degli investitori istituzionali, che si sono assicurati afflussi record di fondi in quelli che vengono spesso definiti titoli di Classe I.

Questi afflussi di fondi non spiegano il forte aumento del prezzo di Bitcoin finora, ma l’approvazione degli ETF è stata in grado di promuovere dinamiche di mercato positive. Pertanto, la soglia per vietare l’investimento in Bitcoin è stata notevolmente abbassata per gli investitori istituzionali e gli investitori privati ​​che evitano token e portafogli.

2. Più in alto degli ultimi 30 anni

L’aumento drammatico dell’inflazione dovrebbe svolgere un ruolo nelle carte narrative del bitcoin. Alcuni investitori vedono la criptovaluta, che è limitata a 21 milioni di unità, come oro digitale e quindi protezione contro l’inflazione. Quindi la fuga dai valori monetari dovrebbe portare un po’ di flusso di cassa nelle risorse fisiche digitali. Immediatamente dopo il rilascio dei dati sull’inflazione negli Stati Uniti il ​​10 novembre, il prezzo di Bitcoin è balzato e ha raggiunto un nuovo massimo storico. Con l’inflazione in aumento del 6,2% rispetto all’anno precedente, i consumatori americani stanno affrontando il più alto aumento dal 1990.

I problemi infiniti della catena di approvvigionamento con i prezzi dell’energia in rapido aumento tendono a rendere improbabile un rapido recupero dell’inflazione. Anche il tapering avviato dalla banca centrale statunitense – in altre parole, il tapering della politica monetaria espansiva – difficilmente porterà a un rapido calo dell’inflazione. È probabile che anche il tasso di inflazione della Germania, attualmente al 4,5%, aumenterà anziché diminuire con i prossimi rapporti della Bundesbank. Di conseguenza, la pressione sugli investitori per investire in attività limitate continua ad aumentare e con essa aumentano le possibilità che altri miliardi si riversino in Bitcoin.

3. Assorbire notevolmente i rischi politici

Uno dei maggiori rischi per Bitcoin e l’intero mercato delle criptovalute è la regolamentazione del governo. Un divieto di Bitcoin come in Cina potrebbe colpire duramente le risorse digitali, come è successo a maggio di quest’anno. Tuttavia, poiché gli Stati Uniti e l’Europa hanno già indicato che non emetteranno alcun divieto di bitcoin, simili cattive notizie sono meno probabili.

L’eccessiva regolamentazione, già in atto e destinata ad aumentare nei prossimi mesi, non dovrebbe avere effetti negativi sul prezzo degli asset digitali. Per quanto sia importante valutare l’approccio restrittivo degli stati, non deve essere negativo per i corsi. Alla fine, di conseguenza, possono essere conquistati nuovi gruppi di investitori, in particolare investitori istituzionali.

Al contrario, i paesi che offrono Bitcoin come valuta nazionale possono fornire ulteriori impulsi sui tassi di cambio. Finora, il piccolo paese latinoamericano di El Salvador ha introdotto il bitcoin come valuta nazionale ufficiale. Se altri paesi seguiranno nei prossimi mesi, questo sarà molto positivo per il prezzo del bitcoin.

4. I dati di rete sono rialzisti

Se guardi gli indicatori tecnici della rete Bitcoin, anche questi dipingono un quadro promettente. Il tasso di hash si sta riprendendo rapidamente dal divieto di mining di Bitcoin in Cina. Dato l’attuale aumento dell’hash rate, è probabile che quest’anno raggiunga un nuovo massimo storico, in linea con il prezzo del bitcoin. La rete è più stabile e sicura che mai.

Negli ultimi mesi è aumentato esponenzialmente anche il numero di nodi, ovvero nodi di rete che sono anche responsabili dell’elaborazione delle transazioni e della sicurezza della rete. Positivi anche i successi nell’espansione del Lightning Network. Anche la soluzione di scalabilità di livello 2 sta aumentando in modo esponenziale in termini di nodi e throughput delle transazioni. Inoltre, questo fine settimana verrà attivato l’aggiornamento del core di Bitcoin, che dovrebbe fornire ulteriori miglioramenti.


5. Scorte di fusione

Se la domanda rimane la stessa o aumenta, si applica quanto segue: minore è l’offerta, maggiore è il prezzo. Questa dinamica di mercato si manifesta proprio nelle azioni in borsa. Sempre meno bitcoin possono essere scambiati liberamente sugli scambi di criptovalute, dove i principali investitori o custodi prelevano e “conservano” Bitcoin dal mercato.

screenshot del mercato azionario

Se questa dinamica continua, c’è il rischio e l’opportunità di un aumento dei prezzi a breve termine. L’opposto delle vendite di panico può quindi portare a acquisti di panico, che possono causare bolle di prezzo.

6. Il modello Inventory-to-Flow vede le epidemie nel tempo

Non esiste un altro modello di previsione dei prezzi Bitcoin molto popolare come il modello Stock Flow (S2F). Anche se il valore informativo di tali modelli è limitato, servono comunque come prove aggiuntive. Finora, tuttavia, Bitcoin ha funzionato abbastanza bene. Secondo l’inventore di STF – meglio conosciuto con lo pseudonimo di Plan B – quest’anno dovremo superare la soglia dei 100.000 dollari.

Come si può vedere dai colori nello screenshot, secondo il modello S2F, siamo poco prima della fase finale del ciclo formato da Bitcoin Halvings – il dimezzamento delle emissioni di blocchi di Bitcoin, tra le altre cose. Di conseguenza, ci si può aspettare un forte rialzo nel breve termine, che poi si conclude con l’esagerazione e la successiva correzione prima che ricominci un nuovo ciclo.

Raoul Pal: $ 100.000 in un modo indiretto

Raul Pal, ex banchiere di Goldman Sachs e influencer di Bitcoin, è considerato un importante esperto nel mercato delle criptovalute. Si presume che non raggiungeremo direttamente $ 100.000 in Bitcoin. A suo avviso, i mercati tendono a seguire il “sentiero del più grande dolore”.

Invece di un rapido aumento a $ 100.000 entro i prossimi due mesi, Raul Pal vede il rally continuare fino a giugno 2022. Ciò significa: una massiccia volatilità garantisce rapide fasi di rialzo, che sono anche accompagnate da rapide correzioni. Come ricompensa per questa pressione, Pal vede il prezzo del bitcoin superiore a $ 250.000 nel prossimo anno.

Aspetto Bitcoin

Né Raul Pal né il modello del flusso azionario possono prevedere in modo affidabile il tasso di Bitcoin. Tuttavia, si può benissimo dire che ci sono alcuni argomenti a favore di un forte aumento del prezzo del Bitcoin. O in altre parole: la probabilità di aumento dei prezzi è attualmente in aumento anziché in diminuzione. Poiché le cause non sono mai univoche, ma piuttosto caotiche e varie, i dati sulle tendenze sono più utili dei chiari obiettivi di percorso. In particolare, il sentimento del mercato, alimentato da celebrità come il CEO di Apple Tim Cook o, ovviamente, Elon Musk, può portare a dinamiche di mercato inaspettate. Innovazioni crittografiche come giochi blockchain, NFT e progetti decentralizzati Metaverse contribuiscono indirettamente alla principale valuta che beneficia dell’economia cripto.

D’altra parte, possono accadere in qualsiasi momento eventi imprevisti che distruggono ogni aspettativa. Che si tratti di un collasso interno allo stablecoin Tether o di un’improvvisa crisi economica e finanziaria che sta attirando tutte le classi di asset al sud. Quindi è improbabile che festeggeremo il Natale al ritmo di 6 numeri Bitcoin. Ma non lo sapremo davvero fino a quando non verrà il momento.

Le affermazioni nell’articolo non costituiscono consigli o raccomandazioni di investimento, rappresentano solo l’opinione personale dell’autore.


READ  Borsa svizzera: anche il mercato azionario è sceso questa settimana