Ottobre 23, 2021

SapereFood

Trova tutte le informazioni nazionali e internazionali sull'italia. Seleziona gli argomenti su cui vuoi saperne di più

17° Festival del cinema di Zurigo – Occhio d’oro per il dramma mafioso – Cultura

Contenuti

“A Chiara” ha vinto il premio per il miglior lungometraggio. Anche un film svizzero è fuggito con l’occhio d’oro.

Il dramma mafioso “A Chiara” ha vinto il Golden Eye per il miglior lungometraggio. Il film del regista italiano Jonas Carpignano ha già vinto un premio alla Quinzaine des réalisateurs di Cannes. Ora la giuria per i lungometraggi con il presidente Daniel Bruhl gli ha assegnato un premio a Zurigo.

“Solo un capolavoro”

Il film racconta la quindicenne Chiara che si accorge che suo padre ha legami con la mafia calabrese. Rintraccialo e controlla sottoterra.

La giuria ha elogiato, tra le altre cose, la recitazione nel film, che è stato costantemente scelto da dilettanti. “A Chiara” è semplicemente un capolavoro cinematografico, afferma la giuria.

Leggenda:

Chiara esplora la metropolitana calabrese.

Festival del cinema di Zurigo

L’occhio d’oro del dramma svizzero

Al concorso “Focus” sono stati nominati prodotti provenienti da Germania, Austria e Svizzera. La giuria con il presidente Sonke Wortmann ha premiato il film svizzero “La Mif”.

Il dramma del regista ginevrino Frédéric Belive racconta gli abitanti della casa delle ragazze.

Leggenda:

“La Maeve” racconta di ragazze dagli ambienti lacerati.

Festival del cinema di Zurigo

“La vita di Ivanna” ha vinto l’Occhio d’Oro nel Concorso Documentari. Il regista guatemalteco Renato Boraio Serrano, che ora vive in Russia, racconta la difficile vita di un nomade nella tundra antartica.

Il direttore artistico Christian Youngs ha espresso la sua soddisfazione per la sua seconda edizione del festival: “Lo Zurich Film Festival ha visitato molto più del previsto. Questo significa il ritorno del cinema”.

Premi in 17 ZFF


Apri il petto
Chiudi la scatola

Leggenda:

KEYSTONE / ENNIO LEANZA

  • Concorso lungometraggi: “A Chiara” di Jonas Carpignano (Italia, Francia, Svezia, Danimarca, 2021).
  • Focus sulla concorrenza: “La Mif” di Frédéric Belive (Svizzera, 2021)
  • Concorso documentari: “Ivana’s Life” di Renato Boraio Serrano (Russia, Norvegia, Finlandia, Estonia, 2021).
  • Premio della giuria per bambini ZFF: “Il lupo e il leone” di Gilles de Maistre (Frankrich, Canada, 2021).
  • Premio del cinema scientifico: “Tutta luce, ovunque” Von Theo Anthony (USA, 2021).
  • Premio svizzero per i talenti emergenti (Kritikerpreis): “Azure” di Andreas Fontana (Svizzera, Francia, Argentina, 2021).
  • Premio cinematografico delle chiese di Zurigo: “La Mif” di Frédéric Belive.
  • Miglior Musica da Film Internazionale: Andrei Mordovsky.

READ  Queste immagini sono uno schiaffo in faccia!